“Come raggiungere i nostri obiettivi” – Lezione 16 (Lezioni sul Sutra del Loto e Buddhismo di Nichiren)

Quindi, a mio modo di vedere, è importante che tu comprenda che sono proprio le cause che tu metti che portano gli effetti che desideri. Quando non ottieni, quando non hai, è perché non è nel tuo karma. E perché non è nel tuo karma? Perché hai messo delle cause che hanno portato a degli effetti opposti a quelli che tu desideri. Se tu appoggi un vaso su uno sgabello pericolante, non è colpa del vaso se va a finire per terra – e nemmeno, se vogliamo, dello sgabello: la colpa è la tua che l’hai messo sullo sgabello pericolante. Non è difficile questo concetto, quindi basta ragionarci un attimo per comprendere.

Prega per cambiare il karma che ti impedisce di mancare sempre i tuoi obiettivi, non farlo per raggiungere i tuoi obiettivi: questa è la vera preghiera per raggiungere gli obiettivi. Non puntare l’obiettivo come fa un cane da caccia. Io credo che questo punto sia fondamentale per comprendere la grandezza del Daimoku. Una volta che tu hai riconosciuto che la colpa è tua – che non c’entra tuo marito, tua moglie, tuo figlio o il tuo datore di lavoro, o nemmeno quella persona che ti ha tagliato la strada o che ti è passato davanti al supermercato…questo ti potrà sembrare fatalismo, ma non è così. Questo è appena giusto, perché se tu ti mangi mezzo chilo di Nutella, oltre alla mia invidia devi anche comprendere che è normale che poi ti vengano dei bubboni  in mezzo agli occhi come i rinoceronti: la Nutella è la causa, i bubboni l’effetto. Quindi incomincia a cambiare il tuo atteggiamento. Paperon de Paroni parlava sempre della sua prima moneta, la Numero Uno, e ne parlava come il suo punto di partenza. Ecco la tua Numero Uno è il cominciare a riconoscere le tue colpe.