“Indipendenti nel Sutra del Loto” – Lezione 11 (Lezioni sul Sutra del Loto e Buddhismo di Nichiren)

Tutto questo per dire che – a mio modo di vedere – ci vuole molta arroganza per considerarsi al di là delle parti, partendo dal presupposto che tu hai capito non solo quello che è giusto, ma anche dove e addirittura come gli altri sbagliano. Nichiren è morto, non non c’è più Nichiren, non ci sono sue reincarnazioni. Nichiren poteva fare questo, non noi. Noi dobbiamo soltanto cercare di dare il meglio, a mio modo di vedere, perché se ci crediamo Nichiren allora… Leggiamo nel Gosho che Nichiren aveva un atteggiamento combattivo nei confronti delle persone, ma devi tenere presente che lui aveva quell’atteggiamento in quel contesto storico. È inutile, è ridicolo che i discepoli di Nichiren abbiano quello stesso atteggiamento nei confronti di chicchessia o di qualsiasi cosa che non rientra in questo.

Bisognerebbe poi passare più tempo a praticare che a parlare del Daimoku, o della dottrina. Affinare di più il cuore che la mente, e lasciare da parte tutte quelle piccole o grandi patologie – perché di patologie io credo si tratti – che fanno di noi esseri umani degli esseri inadeguati, immersi in questa epoca di Mappo, l’epoca della degradazione dei valori. Come puoi considerarti un “fenomeno”? Puoi al limite dare il meglio di te, come spero di fare io in questo ciclo di guide o negli audiogosho, o nelle altre pubblicazioni.