“La pratica del Sutra del Loto” – Lezione 10 (Lezioni sul Sutra del Loto e Buddhismo di Nichiren)

Il Daimoku è un grande amplificatore, ma proprio perché si tratta di un grande amplificatore, amplifica ciò che noi abbiamo dentro. Se noi invochiamo il Daimoku in maniera sbagliata (per “maniera sbagliata” intendo con un atteggiamento sbagliato) il Daimoku non farà altro che amplificare questo nostro atteggiamento sbagliato: è come andare davanti a un muro e dire “Io sono grande, io sono grande, io sono bravo, io sono brava, io sono grande, io sono grande, io sono bravo, io sono bravo.” Capisci che cosa sto cercando (magari in malo modo) di dirti?

Non dimenticarti che il Buddismo di Nichiren Daishonin è Buddismo, non è un qualcosa a parte. Il Buddismo ha determinati canoni, determinate regole, un determinato atteggiamento che è portato proprio dalla pratica del Dharma, cioè quindi dal fare propri – e quindi a riversare nella propria vita di tutti i giorni – gli insegnamenti. È in questo modo che avvicini le persone: il vero shakubuku lo fa il tuo comportamento, non le tue parole (ecco che cosa intendevo quando dicevo che non sono importanti le parole che recitiamo di fronte al nostro altare quanto quello che facciamo, quanto le nostre azioni, il nostro desiderio di luce, di cambiamento, di portare alle persone ciò che a noi ha aiutato e sta aiutando tantissimo).