Il Progetto Myo Edizioni

myo edizioni website

Myo Edizioni nasce come etichetta dedicata alla spiritualità nel 2008. All’inizio comprende nel suo catalogo solo pubblicazioni dedicate alla meditazione e al rilassamento. A queste presto si aggiungono pubblicazioni di tipo didattico, ideate con l’intento di aiutare le persone che si avvicinano alle pratiche buddhiste e non solo: l’intento di Myo Edizioni infatti è quello di promuovere il Buddhismo utilizzando il suono. All’interno del nostro catalogo quindi si possono trovare anche materiali di studio.

“Il suono – la musica e il canto rituale – è uno dei modi per praticare la via. […] il Bodhisattva del Suono Meraviglioso è un musicista, e la sua musica si basa sulla comprensione risvegliata, sulla visione profonda e su samadhi. […] Creare musica che ha le caratteristiche del risveglio e della liberazione e che possono nutrire la nostra fece è un’offerta di grande valore al Buddha, al Dharma e al Sangha. Quando cantiamo un canto di liberazione, coloro che lo odono si sentono il cuore più leggero e provano gioia e fiducia. Quando creiamo musica sacra, arte sacra o linguaggio sacro, seguiamo la via del Bodhisattva del Suono Meraviglioso.”

Il cuore del cosmo (Thich Nhat Hanh, Mondadori), pag.149

“La musica ci dà la capacità di esprimere i sentimenti più profondi dell’animo umano. Sia attraverso gli inni sacri che attraverso canti di lode sinceri, è in grado di sollevare la nostra mente a uno stato quasi sublime, e, come tale, viene considerata per avere un ruolo importante nella promozione degli insegnamenti religiosi. 
Nel buddismo, i sutra cantati come inni e altre canzoni che lodando le virtù del Buddha hanno attratto e contribuito a purificare i cuori di innumerevoli discepoli. Uno degli insegnamenti del Buddha (il “Trattato della perfezione della saggezza Grande” [ Skt . Mahaprajnaparamita Sastra ]) dice: “Al fine di costruire una Terra Pura, il Bodhisattva fa uso di buona musica per ammorbidire il cuore delle persone. Con il cuore ammorbidito, le menti delle persone sono più ricettive, e quindi più facili da educare e trasformare attraverso gli insegnamenti. Per questo motivo, è stata stabilito che la musica sia un tipo di offerta cerimoniale da apportare al Buddha.”

Sounds of the Dharma: Buddhism and music